Simonetta Berruti espone su DIMENSIONE ARTE | Pag.1 ITALIANO

Le Opere

 - shanghai shapeTitolo: shanghai shape

Tecnica: ceramica grès smaltato 1200°
[cm 53x42x20]
Anno: 2004

Note: Il titolo è un ricordo del gioco dello "shanghai" dove l'abilità consiste nello spostare dei bastoncini senza muovere quelli sottostanti.E qui tutta l'espressività è ricercata dal contrasto tra un semplice disco e una miriade di punte accuminate che si sovrappongono sulla parte superiore

 - Venere LesaTitolo: Venere Lesa

Tecnica: ceramica grès smaltato 1200°
[cm 75x67x40]
Anno: 2006

Note: Una " Venere lesa" è qualsiasi donna si sia sentita nella sua vita violata e prevaricata non solo nel corpo ma soprattutto nella mente.La scultura ricorda nella sua forma triangolare, un sesso femminile lacerato e violato.

 - yellow bondageTitolo: yellow bondage

Tecnica: ceramica grès smaltato 1200°
[cm 55x43x19]
Anno: 2006

Note: Un gioco assoluto di intrecci e contrasti cromatici di smalti gialli e azzurro-bruni.Tutto è basato sul contrasto tra una forma semplice "costretta"e legata da un nastro giallo.

 - Undici NoveTitolo: Undici Nove

Tecnica: ceramica grès smaltato 1200°
[cm 112x44x18]
Anno: 2004

Note: Non una torre che esplode l'undici di settembre ma una forma quasi primordiale: un enorme chicco di riso che si apre esplodendo nella parte centrale

 - Doppio sognoTitolo: Doppio sogno

Tecnica: ceramica grès smaltato 1200°
[cm71x83x18]
Anno: 2007

Note: Due parti speculari,quasi due triangoli che si protendono verso l'alto dissolvendosi e sdoppiando la coscienza della veglia nell'impalpabile magia onirica del sogno

 -  Il ritorno di EuridiceTitolo: Il ritorno di Euridice

Tecnica: grès smaltato cottura 1200°
[Cm. 85 x 46 x 15]
Anno: 2007

Note: "Quale Erinni, quale ape funesta gli aveva punto
la mente, perchè, perchè s'era irriflessivamente
voltato?
"Addio!" aveva dovuto gridargli dietro, "Addio!"....
E così, risucchiata dal buio, lo aveva visto
allontanarsi verso la fessura del giorno, svanire in
un pulviscolo biondo....
Ma non sì da non sorprenderlo, in quell'istante di
strazio, nel gesto di correre con dita urgenti alla
cetra e di tentarne le corde con entusiasmo
professionale....
Non s'udiva altro rumore che il colpo uguale e
solenne dei remi nell'acqua. Allora Euridice si
sentì d'un tratto sciogliere quell'ingorgo nel petto,
e trionfalmente, dolorosamente capì: Orfeo si era
voltato apposta".

Gesualdo Bufalino, da L'Uomo invaso, " Il ritorno
di Euridice

 - L'impronta di un ricordoTitolo: L'impronta di un ricordo

Tecnica: grès smaltato cottura 1200°
[Cm. 47 x 53 x 18]
Anno: 2009

Note: Il ricordo come impronta che lacera e incide tutto quello che incontra: la materia diventa ferita e squarciata , tutto si strappa e deforma nella visione dolorosa del passato che si ripresenta nell'infinito riproporsi alla mente degli eventi vissuti

 - Corrupta tellusTitolo: Corrupta tellus

Tecnica: grès smaltato cottura 1200°
[Cm. 63 x 32 x 20]
Anno: 2008

Note: la terra che si corrompe , si dissolve in mille schegge appuntite , il movimento improvviso che nasce da una massa statica e inerte.La forza esplosiva e implosiva contorce e muove quanto sembrava statico e immoto

 - L'inconsolabile (Orfeo)Titolo: L'inconsolabile (Orfeo)

Tecnica: grès smaltato cottura 1200°
[Cm. 140 x 49 x 14]
Anno: 2008

Note:
L' inconsolabile

Orfeo

Grès smaltato 1200°

Cm. 140 x 49 x 14

2008

" Quando mi giunse il primo barlume di cielo,
trasalii come un ragazzo, felice e incredulo, trasalii
per me solo, per il mondo dei vivi.
La stagione che avevo cercato era là in quel
barlume.
Non mi importò di lei che mi seguiva, il mio passato
fu il chiarore, fu il canto e il mattino.
E mi voltai".

Cesare Pavese - L'inconsolabile "Dialoghi con
Leucò


 - IllusaTitolo: Illusa

Tecnica: grès cottura 1200°
[Cm. 38 x 29 x 25]
Anno: 2008

Note: "Il suo sguardo è l' illusione del reale,
parole legate su labbra di pietra.
Solo è il profumo al senso rimasto,
ricordo svanito di parole mai
sussurrate"